Vertigine e desiderio

Nell’ultimo sogno sono atterrata sulla copertura vetrata di un grattacielo.
Dopo qualche istante ho avuto una gran paura di scivolare giù come se, una volta nel vuoto, non sapessi più volare. Mi sono aggrappata ad un infisso della copertura. E ho avuto una nauseante vertigine. Ho guardato la luna e da una nuvola leggerissima è spuntata una strega a cavalcioni su una scopa volante. Ha detto qualcosa e il grattacielo su cui ero sospesa si è trasformato di colpo in una casa delle bambole. Sono scesa dalla copertura di vetro con un semplice salto e mi sono trovata su un grande terrazzo.
Non più in bilico.

La vertigine è una gran paura di cadere in tensione con un incotrollabile istinto di tuffarsi nel vuoto.

Fondamentalmente dietro ogni vertigine si nasconde il desiderio.

Un desiderio che razionalmente fa paura perchè è pericoloso, perchè sfida l’ignoto, perchè ci mette alla prova.

La paura e il desiderio del vuoto come fossero le incontrollabili voci che guidano l’agire in un matematico scarto che calcola le consegueze.

Tuffarsi o non tuffarsi.

L’ultima notte ho cambiato le scale metriche del sogno con i parametri della realtà. Il grattacielo è diventato una casa di bambole e il volo, in cui mi diverto tanto, è degenerato in un elementarissimo salto, rassicurante e morbido.

Perchè si può volare solo nei sogni. E sembra che me ne sia stranamente ricordata rinunciando a un gran bel volo.

E quando la paura vince il desiderio, quando ci ricordiamo che non sempre tutto è possibile, magari perchè passa la streghetta e ti riporta alla realtà, è un po’ come rivalutare tutto.

E comunque… sul terrazzo d’atterraggio c’era un bel festino.


3 risposte a "Vertigine e desiderio"

  1. Che bel post !!!
    Peccato che la tua mente analitica debba spiegare e demistificare la poesia ! mannaggia !!
    Comunque, noto che nel finale, è la STREGA a riportare alla REALTà, come per dire che la spunta sempre l’onirico !
    un bacio
    Flò

  2. Oh caro… grazie!

    si si vero… mi piace questa definizione:

    “è la STREGA a riportare alla REALTà, come per dire che la spunta sempre l’onirico !”

    non ci avevo pensato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.