Intervista al Radicale Marco Cappato

Marco Cappato è Segretario dell’associazione Luca Coscioni per la libertà di Ricerca scientifica dal 2004. Nato a Milano nel 1971, città dove ha conseguito la maturità classica e la laurea in Economia all’Università Bocconi. Per cinque anni, dal giugno ’99 al luglio 2004, è stato Deputato europeo della Lista Bonino. Durate questa prima legislatura Cappato è stato relatore del Parlamento Europeo per la Direttiva sulla “privacy nelle comunicazioni elettroniche”. Il suo lavoro gli è valso l’attribuzione del premio “Europeo dell’anno” da parte del settimanale (del Gruppo “The Economist”) “European Voice”. Dal marzo al novembre del 2002 è Presidente della Direzione del Partito Radicale Transnazionale. Dall’ottobre 2002 è Coordinatore dei Parlamentari per l’Azione Antiproibizionista, gruppo al quale aderiscono un centinaio di legislatori da tutto il mondo. Fuori dai “palazzi europei”, è il fondatore del Congresso mondiale per la libertà di ricerca scientifica.

 

 

 

1)      Come è iniziato il tuo percorso nel Partito radicale e perché?
Famiglia radicale e frequentazioni antiproibizioniste

2) La Luca Coscioni e la ricerca scientifica. Quali i prossimi obiettivi in merito?
Legalizzare la ricerca sulle cellule staminali embrionali e l’eutanasia

3) Libertà e democrazia: che significa votare i Radicali?
significa che non ti sei informato solo attraverso Vespa-Santoro-Floris-Annunziata

4) Civiltà e diritti umani: dove bisogna insistere per l’evoluzione di una società più giusta?
attaccare la sovranità assoluta dello Stato nazionale

5) I tre diritti inalienabili dell’uomo da tutelare per il prossimo millennio
Conoscenza, autodeterminazione, democrazia

6) Liberismo e Pubblica Istruzione secondo le tutele degli articoli 32 e 33 della Costituzione Italiana. C’è una certa frangia Radicale che potrebbe appoggiare le liberalizzazioni, in merito ad esempio all’art.16 della Finanziaria del 2008 dove si sancisce la possibilità di trasformare le Università Pubbliche in Fondazioni di diritto privato, come è accaduto nella vostra divisione interna sul voto per i quesiti dell’acqua pubblica?
In Italia istruzione e sanità sono terreno di caccia dell’affarismo clericale: se fossimo un Paese laico non vedrei niente di male nei buoni scuola, con programmi decisi dallo Stato e professori liberi; ma oggi come oggi sarebbe solo un regalo al  Vaticano per fare soldi, imporre programmi clericale e impedire la libertà degli insegnanti e degli allievi

7) Il liberismo deve avere dei limiti davanti a criteri sociali come appunto la pubblica istruzione, la sanità e l’acqua?
Il liberismo chiede regole, cioè limiti, che garantiscano il libero mercato; lo Stato deve in più garantire (sempre attraverso regole) l’accesso universale, gli standard di qualità e la tutela dei beni comuni; le due cose non sono incompatibili

8) I Radicali sono spesso accusati di creare alleanze di comodo: nel ’94 con Berlusconi, poi con Prodi, poi ancora divisi nel 2001, fino agli ultimi anni in alleanza con il PD. Possiamo avere una chiarificazione sui metodi e sui criteri di scelta dei vostri alleati?
Noi vogliamo abbattere questo sistema di anti-democrazia, fondata su partiti e corporazioni ladri di soldi, di regole, di informazione; le nostre alleanze sono sempre puntuali, su obiettivi concreti che proviamo a strappare al meno peggio del momento, sapendo bene che poi in realtà destra-centro-sinistra sono associati per delinquere

9) Di cosa ha bisogno oggi la politica italiana?
rispettare le regole; ma siccome i potenti non possono farlo, pena il suicidio, c’è  bisogno di una rivoluzione liberale nonviolenta e democratica

10) Chi vede come prossimo leader del centro-sinistra per le prossime elezioni del 2013?
Emma Bonino

11) Che ne pensa di Alfano segretario del PDL?
Aspettiamo i fatti. Le parole, per ora, sono un po’ nuove, un po’ nuoviste e un po’ dell’archeologia clericale

12) Il PDL è liberale?
No

13) Il Pd è democratico?
No

14) I Radicali chi rappresentano?
Non “rappresentiamo”, ma “siamo” persone che si uniscono annualmente su obiettivi, comprando una tessera a 200 euro senza poter nemmeno immaginare di averne qualcosa in cambio

15) Perché le vostre tessere hanno costi anti-popolari (ad esempio per iscriversi a Radicali Italiani il costo è di 200 euro, n.d.r.)?
Perché non rubiamo, e perché ciò che vale (un partito libero, che non ruba) costa

16) I Radicali hanno proposte per la soluzione della crisi economica che subiamo dal 2008?
Innanzitutto servono gli Stati Uniti d’Europa allargati all’Euromediterraneo. In Italia, bisogna abbattere il debito pubblico riformando il welfare, liberalizzando (es. ordini professionali) e decurtando i costi della casta. Personalmente proporrei anche interventi transnazionali di tassazione delle operazioni finanziarie e di tassazione del consumo di risorse ambientali scarse.

17) Qual è la priorità politica dei Radicali per i prossimi mesi?
legalizzare la giustizia, attraverso una riforma di depenalizzazione dei crimini senza vittima (droga, prostituzione, immigrazione) da accompagnare con una grande amnistia legale contro l’aministia clandestina delle 180.000 prescrizioni all’anno

 
18) L’esponente intellettuale di più valore nell’Italia del 2011.
A me piace Ceronetti

 
19) In tre aggettivi: questo periodo storico.
una parola: degrado

 
20) In tre aggettivi: Marco Pannella.
quello che gli riservano per strada: mitico

 
21) In tre aggettivi: Emma Bonino.
due: troppo amata e troppo poco votata. Naturalmente il problema che lei pone è il secondo 🙂

 
22) In tre aggettivi: Mario Staderini.
glielo dico sempre: sei una brutta persona. Io scherzo, ma a lui piace quando glielo dico

 
23) In tre aggettivi: Marco Cappato.
boh

 

 

 

Grazie e a presto,
Arch.jr. Valentina Giannicchi

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.