Dell’amore e delle sue conseguenze.

amore
amore

di Francesco Samani e Valentina Giannicchi:

Valentina: Abbiamo deciso di affrontare questo argomento perché è un classico e attuale, adatto a qualsiasi ora, dal cocktail, al giorno, alla sera, affascinante e intramontabile…

Francesco: Detto così sembra che non se ne può far a meno di parlarne e il fatto mi appassiona: in effetti ad ogni età, in ogni civiltà, in tutte le arti e forse le religioni, la coppia simboleggia un punto di arrivo e di riferimento, di scoperta, di lealtà e di menzogna, insomma, di vita…

Valentina: Allora parliamo della libertà di coppia. Che ne pensi?

Francesco: Le relazioni col tempo sono diventate estremamente libere: le emozioni vengono espresse, più o meno tacitamente, rendendo la relazione potenzialmente instabile ma certamente più profonda, anche se a tutti può capitare di avere rapporti superficiali e brevi… Delle piccole esperienze di vita che possono insegnare molto… Tu che ne pensi?

Valentina: Io mi riferivo ad argomenti più semplici, ad esempio la possibilità di poter fare un viaggio da soli. Tu che ne pensi delle coppie che lasciano libero il proprio partner di andare in viaggio da solo?

Francesco: Wow, credo che sia un esempio di massima fiducia e profondo amore. Dissento con  le coppie che si chiudono, e magari smettono di uscire con gli amici più intimi. Un viaggio è una scoperta, una possibilità di conoscere il mondo. Diventa consequenziale che si determinano talune città come mete perfette per la coppia, ed altri luoghi come esempi di momenti nei quali staccare e stare ‘soli’ con i propri amici.

Valentina: Beh, ovviamente mi riferivo ad un reale bisogno viaggio da soli e non ad un capriccio. Per quanto riguarda l’amicizia spesso può creare gelosia in un rapporto di coppia, non trovi?

Francesco: Se l’amicizia non evolve in qualcos’altro e si manifesta limitatamente a ciò che essa rappresenta, reputo la gelosia un limite che è possibile superare. In definitiva l’amicizia è sempre una virtù che non deve trovare ostacoli, soprattutto se ci si ama.

Valentina: Quindi per te è più importante l’amicizia? Non capisco.

Francesco: La tua è una domanda che pone l’interlocutore difronte ad una scelta. E’ come se dovessi rispondere a chi volessi più bene tra i miei genitori. L’amore e l’amicizia sono sentimenti diversi che possono coesistere, quindi li definisco parimenti importanti e allo stesso tempo radicalmente differenti, non trovi?

Valentina: Si ma tra un grande amore ed una grande amicizia chi sceglieresti?

Francesco: Non avrei mai pensato di dover rispondere ad una domanda così difficile: forse un grande amore. E tu?

Valentina: Ovviamente un grande amore! Che domande!

Francesco: A tuo avviso può esserci amore senza fiducia?

Valentina: Ovviamente no. Appunto per questo, se accadesse un tradimento tra la tua ragazza ed il tuo migliore amico, a chi daresti la colpa? Sacrificheresti l’amore? Perdoneresti l’amico o entrambi?

Francesco: Certamente me la prenderei con entrambi. Comunque è un’ipotesi che non voglio considerare perché non credo sia possibile possa accadermi, considerato che sono molto selettivo nell’attribuire la massima fiducia ad una persona. E tu che faresti?

Valentina: Io chiuderei definitivamente con entrambi perché non riuscirei a perdonare il tradimento, anche se l’accetterei con filosofia, non porterei rancore!

Francesco: Sei mai stata soggetta a stalking alla fine di un rapporto?

Valentina: No. E tu?

Francesco: Purtroppo si, e non lo auguro a nessuno. E’ davvero pesante ritrovarsi una persona che ti pedina e ti chiama in continuazione.

Valentina: Perché sei single?

Francesco: Non so, non è quello che desidero essere single, io chiedo a te, amica che mi conosci bene, e oltretutto esperta conoscitrice del mondo femminile.

Valentina: A mio avviso non hai ancora incontrato quella giusta.

Francesco: E’ probabile.

Valentina: E del matrimonio che ne pensi?

Francesco: Quante belle domande… Questa sera sei un fiume in piena. Il matrimonio è un sacramento nobile e al tempo stesso difficile da mantenere nel tempo poiché nel corso della vita i partner cambiano, come evolvono le esigenze. A questo punto, cosa ne pensi della più semplice convivenza?

Valentina: In alcuni casi è adeguata. Quindi tra una grande carriera ed un grande amore tu che sceglieresti?

Francesco: In questo caso non ci sono dubbi: un grande amore. Rigiro a te la domanda.

Valentina: Ovviamente il trionfo del grande amore.

Annunci

3 thoughts on “Dell’amore e delle sue conseguenze.

  1. Non c’è amore senza amicizia, non riuscirei a provare nulla più che una veloce infatuazione per una donna che non sia anche mia profonda amica. La verità è che se qualcuno ti pone di fronte a bivi di questo tipo, ad esempio una donna o un uomo che ti pone di fronte al bivio tra lei/lui e la carriera, significa che non ti ama. Viceversa, una carriera che ti priva della gioia non vale la pena di essere affrontata.

  2. Valentina: ovviamente noi usiamo “situazioni limite” per rendere più radicale la scelta, per vedere quanto si è disposti a rischiare, a pensare duramente. E non è semplice. Nessuno poi nella realtà viene posto davanti a scelte così drastiche. Per quanto riguarda la carriera pensiamo al grande Philippe Starck che ha affermato ultimamente di dare il 99% delle sue energie alla moglie. Beh certo, lui la carriera ce l’ha già…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...