Le sospensioni di Cristina Miraldi

La percezione di sospensione di Christian Andersen, le architetture dell’anima di Serafino Maiorano e Bestiaires du Moyen Age di Michel Pastourau sono solo alcuni degli elementi ispiratori della collezione FW 12-13 di CRISTINA MIRALDI.

Una collezione dalla silhouette semplice e definita; caratterizzata da volumi e tagli costruiti, ma al contempo morbidi, che scendono accarezzando il corpo, mostrando discordanza tra destra e sinistra, davanti e dietro.

Il mohair convive con la maglia hand-made, pelli, lane e piume.

Gli accessori ricordano simboli arcaici ispirati agli strumenti preistorici, quali fossili, corni, zampe di gallina, legna, ossa: elementi di questo nuovo vocabolario che punta i riflettori sulla parte di noi meno civilizzata, ma più autentica.

I colori sono profondi e alchemici: nero, bianco luce e tonalità della terra.


2 risposte a "Le sospensioni di Cristina Miraldi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.