SMART LIKE A MAKER / WORK LIKE A MACHINE. Le idee degli studenti Quasar funzionano sempre

Ospitata dall’Auditorium Parco della musica dal 3 al 6 ottobre 2014, Maker Faire – The European Edition quest’anno protagonista Quasar Design University e i suoi studenti-maker, che di ritorno dalla World Maker Faire di New York  (19-21/09/14) presentano al pubblico romano e italiano i loro progetti: il simulatore MIDI BeeUno e il kinetik game Labyrinth.

SMART LIKE A MAKER – WORK LIKE A MACHINE
Nell’area delle università un coloratissimo spazio Quasar – curato dall’Art Director Alessandro Polia –  con un allestimento spettacolare, che crea una rete virtuale che collega l’area della Scuola con gli stand degli studenti-maker.

I PROGETTI DEGLI STUDENTI-MAKER DEL QUASAR
Con Labyrinth Amerigo Ievoli e Daniele Martini, studenti del corso di Web & Interaction, nuova vita ad un gioco del passato. Nella versione tradizionale il giocatore doveva dimostrare la propria abilità indirizzando una pallina attraverso un labirinto senza farla cadere nei fori presenti lungo il percorso. Nella nuova versione, l’idea originale e il funzionamento restano immutati, ma sono stati implementati grazie alle attuali tecnologie di hand tracking. E così, grazie  a un sensore a infrarossi che aziona il meccanismo e muove i due servomotori, per guidare la pallina fino al traguardo bastano pochi gesti della mano che oscilla in aria senza toccare pulsanti o il gioco. Per la sua originalità Labyrinth ha ottenuto dai responsabili della Maker Faire di New York il prestigioso riconoscimentoBest in class.

Con BeeUno, Fabrizio Jimenez ed Emanuele Tamburlani, anche loro studenti del corso di Web & Interaction, propongono invece un’innovativa console musicale composta da moduli esagonali di legno, che attraverso movimenti corporei o pulsanti fisici offrono la possibilità di creare piccoli brani musicali e generare particolari effetti sonori. Attraverso Arduino, BeeUno funziona come un simulatore MIDI (Musical Instrument Digital Interface), il protocollo standard per l’interazione degli strumenti musicalli elettronici che consente il collegamento fisico tra vari dispositivi. Interfacciandosi con “F1 Studio”, un software per la produzione di musica, BeeUno riesce ad assegnare ad ogni componente un comando specifico, come ad esempio la modulazione di una nota attraverso il movimento della mano o la composizione di piccoli brani o note musicali con l’ausilio di vari pulsanti. Grande attenzione è stata riservata anche al design della console, interamente in legno e dipinta di colore wenge e giallo in modo da richiamare una struttura “a nido d’ape”. Da New York è stato riconosciuto a BeeUno il riconoscimento di Editor’s Choice.

QUASAR DESIGN UNIVERSITY
Quasar Design University è una struttura privata di formazione, attiva dal 1987 negli ambiti deldesign, della comunicazione visiva e multimediale. E’ accreditata dalla Regione Lazio e rilascia qualifiche professionali e specializzazioni valide nell’Unione Europea. Riserva attenzione particolare al mondo del lavoro attraverso la costante collaborazione con aziende prestigiose, italiane e internazionali, con cui gli studenti entrano in contatto già durante gli anni della formazione. CAMPI OPERATIVI: Architettura d’interni, giardini e design, grafica e comunicazione visiva, web & interaction, app, Arduino, visual effects, 3D art, Autodesk e Rhino Training Center, yacht design, fotografia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...